Il fascino virtuale di cibo sano

  •  Agosto 3, 2020


Il fascino virtuale di cibo sano

La decisione è prevedibile: di fronte a un'insalata ricca e colorata, un hamburger e patatine fritte, la maggior parte dei bambini sceglie sicuramente l'opzione meno salutare. Utilizzando una caratteristica delle catene di fast food, i ricercatori stanno invertendo questa tendenza. E chi vince è la salute.

L'insalata è come il calcio, c'è chi ama e chi odia. Su questo argomento, più piccolo è il bambino, maggiori sono le sue opinioni. Piuttosto che dettare ai giovani ciò che dovrebbero e non dovrebbero mangiare, uno studio dell'Università dell'Iowa indica un percorso molto più convincente in questa lotta per un'alimentazione sana per le giovani generazioni. Il segreto è nelle foto.

L'esperimento è stato semplice e i risultati sono stati oltremodo incoraggianti. In una mensa del liceo locale, Laura Smarandescu, professore di marketing, e Brian Mennecke, professore di sistemi di informazione, hanno organizzato un'immagine di un'insalata da ruotare casualmente su un monitor digitale. Il risultato? Credici se puoi: il 90% dei bambini ha usato l'insalata.


Il menu digitale aveva più fascino tra i ragazzi, più famoso per preferire il fast food rispetto alle ragazze. La spiegazione potrebbe risiedere nel fatto che sono più legati ai videogiochi e, quindi, rispondono meglio agli appelli tecnologici utilizzati. Di fronte a un menu statico, l'impressione è che non porti novità.

Cioè, il comportamento del consumatore è direttamente influenzato dalle immagini in movimento. Naturalmente le catene di caffetterie conoscevano questo segreto da molto tempo. È emozionante sapere che la stessa strategia funziona quando viene utilizzata per scopi più elevati, come migliorare la dieta dei bambini in età avanzata quando i nutrienti sono fondamentali.

La scuola Iowa espone cibi sani in modo attraente

Esperimento semplice con risultati sorprendenti: il monitor espone in modo attraente cibi sani

Al supermercato fate attenzione a questi 5 alimenti! (Agosto 2020)


Raccomandato