La mappa della carne

  •  Agosto 6, 2020


La mappa della carne

L'argomento è controverso. Alcuni dicono che non c'è niente di più triste del mangiare senza carne. Altri considerano l'uccisione di animali per follia da consumo. Le ONG presentano dati che mostrano quanto sia difficile digerire questo argomento.

La Heinrich Böell Foundation e l'ONG Friends of the Earth hanno appena lanciato l'Atlante della carne. Questa è una panoramica illustrata delle tendenze globali del consumo di carne. Lo studio è serio e mostra la situazione nel mondo raccogliendo informazioni dall'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico, l'Organizzazione mondiale della sanità e l'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'alimentazione e l'agricoltura (FAO), tra gli altri.

Come possiamo vedere dai grafici sottostanti, l'emisfero nord guida i consumi, seguiti da vicino dal resto del mondo. Le proiezioni della crescita della popolazione implicano una produzione ancora maggiore, il che significa una maggiore deforestazione per la formazione del pascolo, l'uso indiscriminato degli ormoni nel bestiame e preoccupazioni su come questi animali vengono trattati.


Di seguito alcuni degli scenari studiati, con i loro commenti che, nel prossimo pasto, ci faranno ripensare.

La mappa della carne

Questo grafico mostra la produzione di carne in tutto il mondo. Mentre la produzione di bestiame negli Stati Uniti e in Europa rimane elevata, lo sono anche i costi, quali mangimi, energia e prezzo del terreno. Maiali e pollame guadagnano spazio proprio perché la loro produzione non ha bisogno di molto.


La mappa della carne

Top 10: le industrie della carne e dei prodotti a base di carne crescono grazie a nuovi gruppi che emergono e si associano. Con questa espansione aumenta la produzione. Oggi ci sono 10 principali controllori del mercato globale - quattro negli Stati Uniti: Cargill ($ 33 ​​miliardi in vendite / anno), Tyson ($ 33 ​​miliardi / anno), Smithfield ($ 13 miliardi / anno) e Hormel Foods ($ 8 miliardi / anno). In Brasile, la BRF (fusione di Sdia e Pedigão) ha venduto 14,9 miliardi di dollari di carne nel 2012.

La mappa della carne


La domanda globale di carne sta crescendo, in particolare in Cina e in India, dove nel 2012 possiamo vedere un aumento dell'80% nel settore, grazie all'emergere di una nuova classe media (un fenomeno osservato anche in Brasile).

La mappa della carne

Dagli anni '50, la produzione e il consumo di carne nel mondo industrializzato aumentarono notevolmente. Nel complesso, il consumo sembra essersi ristagnato. Negli Stati Uniti, la caduta è stata del 9% tra il 2007 e il 2012, grazie alle nuove tendenze alimentari e alla crescente preoccupazione per l'origine della carne.

La mappa della carne

La produzione di carne di pollame destinata al consumo è notevolmente aumentata. Entro il 2020, la produzione cinese dovrebbe crescere del 37%; il brasiliano, il 28% e, negli Stati Uniti, il 16%. In India, il consumo dovrebbe essere 10 volte superiore, raggiungendo i 10 milioni di tonnellate entro il 2050.

La mappa della carne

Uno dei motivi per cui la carne di pollo è così popolare è il suo prezzo. Produce meno costi perché il pollame è più efficiente nel mangiare rispetto ad altri animali, come il bestiame. Inoltre influenza il fatto che la carne di pollo non è religiosamente limitata. Nel 2011, 58 trilioni di polli sono stati uccisi in tutto il mondo, rispetto a 1,4 trilioni di suini e 300 milioni di mucche nello stesso periodo.

La mappa della carne

Anche con la diffusione dei benefici di queste diete, solo una piccola percentuale di persone negli Stati Uniti e in Europa afferma di essere vegetariana o vegana. Questa abitudine è molto più popolare in India, poiché il buddismo e l'induismo credono nell'aldilà e quindi predicano la nonviolenza, facendo sì che le popolazioni con questi orientamenti religiosi limitino il loro consumo di carne morta. .

La mappa della carne

Efficienza alimentare: affrontare la carne come fonte prioritaria di proteine ​​è un fattore culturale. Altre persone consumano insetti e alghe per compensare il basso apporto di nutrienti, come abbiamo visto nel precedente articolo. Mentre un'intera mucca offre il 40% di proteine, fino al 80% può essere trovato in un cricket.

La mappa della carne

Trova qui lo studio completo "The Meat Atlas" da scaricare e scoprire.

FARMING SIMULATOR 19 #62 - FABBRICA DI CARNE w/Robymel81 - NF MARSCH ITA (Agosto 2020)


Raccomandato