I buoni compagni

  •  Gennaio 15, 2021


Sempre messo in discussione, il consumo di carne rossa potrebbe non fare così male. Finché mangi verdure insieme. Questa è la rivelazione di studio dell'Università di Napoli (Italia).

Leggi di più:

Involtini di carne allo zenzero - Polpette di carboidrati gusto intorno
La tradizione di mangiare bene - Carne leggera cotta con verdure

Per quanto popolare sia, il consumo di carne attira tante polemiche quanto gli studi scientifici.


Mentre una dieta vegetariana ha benefici per la salute, mangiare carne potrebbe non essere così male.

Finché si garantisce la combinazione delle due scelte.

Nello studio italiano citato, i ricercatori hanno osservato come diverse diete influenzano diversi microbiomi.


Il microbioma è l'insieme di batteri, virus e funghi che vivono nel nostro intestino.

Nel processo digestivo, questi microbi scompongono gran parte delle proteine, lipidi e carboidrati ingeriti e li trasformano in sostanze nutritive che possiamo assorbire.

Hanno scoperto che non solo i vegetariani hanno un livello più elevato di batteri specifici delle piante, ma hanno anche un livello più elevato di acidi grassi a catena corta generati nella degradazione delle fibre.


Gli acidi grassi a catena corta offrono numerosi benefici protettivi, inibiscono la crescita di batteri patogeni e prevengono le malattie infiammatorie, inclusa l'obesità.

Ma le diete che combinano le verdure con la carne, come la dieta mediterranea, non sono dannose per il lavoro di questi batteri.

I volontari che sono stati osservati nello studio e che hanno seguito la dieta mediterranea, mangiando poca carne, hanno mostrato un buon livello di questi metaboliti.

Tutti sono stati analizzati a livello cellulare, con lo studio delle sequenze di DNA dei batteri intestinali e del profilo chimico.

Secondo una ricerca pubblicata sulla rivista scientifica sventrare"Le diete occidentali onnivore (che usano fonti di nutrizione di piante e animali) non sono inversamente benefiche rispetto alle diete vegetariane".

Anche ciò che mostra l'esperimento è che il consumo moderato di carne combinato con un aumento del consumo di frutta e verdura garantisce un microbioma più sano, più vario ed efficiente.

Ma non dovrebbe essere esagerato.

Lo studio ha scoperto che le persone che mangiano più carne di quella considerata per la dieta mediterranea hanno rivelato alti livelli di n-ossidi di trimetilammina, metaboliti formati quando alcuni batteri abbattono proteine ​​e grasso animale.

Questo composto ha già dimostrato di aumentare il rischio di malattie cardiache in studi precedenti.

Gli autori dello studio sottolineano che i loro risultati non indicano una relazione causale tra dieta e livelli di acidi grassi a catena corta, che possono variare da individuo a individuo, a seconda dell'età e del sesso, ad esempio.

Pertanto, è necessario effettuare nuove ricerche per determinare come utilizzare il tipo di dieta per attivare batteri specifici quando possiamo trarre il massimo beneficio da questo processo.

Ligabue - Luci d'America (Official Video) (Gennaio 2021)


Raccomandato