Parlando la stessa lingua

  •  Agosto 4, 2020


Parlando la stessa lingua

Quando siamo tristi, ci rendono felici. Non sembra che il tuo cane legga pensieri? Ora, grazie all'invenzione lanciata di recente, sarà possibile il contrario. Preparati a fare brainstorming con il tuo migliore amico.

Il dialogo che abbiamo con i nostri animali domestici, sulla base della sensibilità, sta per evolversi. La Svezia è stata lanciata il No More Woof (qualcosa come "Non più grugniti"): il primo dispositivo in grado di "leggere" il pensiero degli animali. Questo fantastico vestito sembra fuori dai film di fantascienza. Attraverso un auricolare adattato alla testa del cane, usa sensori per catturare le onde cerebrali e tradurre i pensieri canini in parole.

Ma non aspettarti una conversazione molto filosofica con il tuo amico peloso. Le parole e le frasi sono semplici e rappresentano diverse sensazioni vissute dai cani nella loro vita quotidiana. Espressioni come "Adoro", "Lasciami in pace", "Chi sei?" E "Ehi, dove stai andando?" Sono nel menu, che utilizza tecnologie come l'elettroencefalogramma per tradurre quegli sguardi cattivi - e ora può.


La versione più semplice dell'attrezzatura, rilasciata in versione di prova, costa circa 150 reais ed è in grado di identificare solo due o tre frasi. La versione più avanzata, quasi 300 reais, promette una precisione più accurata nell'identificazione di quattro o più sensazioni. La creazione della Nordic Society for Invention and Discovery (NCID) prevede presto versioni in francese, spagnolo e, sì, portoghese.

Parlando lo stesso linguaggio di modello

Il dispositivo può essere utilizzato da diverse razze

Ecco il video che spiega il processo.

Franconi,Valdera: Tutti ad un tavolo parlando la stessa lingua (Agosto 2020)


Raccomandato